16/03/18

Perché la certificazione F-gas è obbligatoria anche se installi pompe di calore idroniche (ma anche no)

di Ing. Andrea Rattacaso - Versione 1.2 ?

C'è stata confusione in passato e spesso i titolari delle ditte installatrici mi hanno chiesto come sia possibile che loro debbano avere il patentino pur non mettendo mai mano sull'impianto refrigerante. 


Ho già provveduto al patentino F-gas, ma mi sono accorto che il mio personale qualificato installa pompe di calore idroniche, senza mai entrare in contatto con il ciclo frigorifero.
Le sembra giusto che io debba fare anche la certificazione di impresa F-gas?
Ti risponderò con questo articolo, con tanto di riferimenti normativi.

Come ben saprai, per il proprietario di apparecchiature contenenti F-Gas è previsto l’obbligo di avvalersi di persone e imprese certificate per le operazioni di installazione, manutenzione o riparazione e recupero;

Nell'articolo 2 del regolamento CE 517/2014, troviamo come definizione:
«installazione», l’assemblaggio di due o più parti di apparecchiatura o circuiti contenenti o destinati a contenere gas fluorurati a effetto serra, ai fini del montaggio di un sistema nel luogo stesso in cui sarà utilizzato; tale attività comporta l’assemblaggio di condotti del gas di un sistema per completare un circuito, indipendentemente dall’esigenza di caricare o meno il sistema dopo l’assemblaggio;

Quindi se:
1) si assemblano due o più pezzi di apparecchiatura o circuiti contenenti o destinati a contenere gas fluorurati refrigeranti ad effetto serra, ai fini del montaggio di un sistema nel luogo stesso in cui sarà utilizzato;



2)  tale attività include l’operazione mediante la quale si assemblano i componenti di un sistema per completare un circuito frigorifero.
Il patentino fgas, e la relativa certificazione di impresa, sono obbligatorie solo se si interviene sul circuito dove passa il fluido refrigerante fluorurato.
Se quindi si deve per forza intervenire su qualsiasi componente a contatto con gas refrigerante, anche in un sistema a pompa di calore idronica, ossia in un circuito in cui il calore del circuito frigo viene ceduto all'acqua, si ha bisogno di installatori con il patentino f-gas, facenti parte di un'azienda certificata f-gas.

Qualora un impresa non certificata decidesse di ricorrere al subappalto, sarà necessario subappaltare integralmente l’attività di installazione ad altre imprese certificate, con personale certificato.

Se invece si tratta di apparecchiature ermeticamente sigillate, dove l'installatore non deve intervenire su circuito di gas refrigerante, allora non è necessario il patentino F-gas e la relativa certificazione di impresa.
Per  l'installazione di chiller e pompe di calore idroniche, se non si interviene nel circuito refrigerante, non si è obbligati all'utilizzo di personale e imprese certificate.
Concludo con una tabella che riassume le sanzioni per le imprese che operano con gli f-gas con i relativi riferimenti al Decreto Legislativo 26 del 2013:

Sanzioni ai sensi del D.Lgs 26/2013
Da 10.000 € a 100.000 €
IMPRESE che svolgono attività su applicazioni fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria, pompe di calore mobili compresi i circuiti, nonché sistemi di protezione antincendio senza il previsto CERTIFICATO (art.5, comma 2)
Da 1.000 € a 10.000 €
IMPRESE (che operano su impianti fissi di refrigerazione e condizionamento, pompe di calore, sistemi di protezione antincendio, estintori, commutatori ad alta tensione, apparecchiature con solventi che contengono gas serra, impianti di condizionamento dei veicoli a motore) che non si iscrivono al REGISTRO TELEMATICO NAZIONALE (art.10, comma 1)

RIFERIMENTI


Rimani sempre aggiornato! 


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai qualche dubbio puoi esprimerlo in questa apposita sezione.
Approfittane, è gratis!

Ti risponderò appena sarò disponibile.